LAND ART

A cinquant’anni dalla proiezione del film Land Art (aprile 1969) del regista tedesco Gerry Schum, a cui può ricondursi la nascita della definizione di “Land Art”, l’Associazione UnconventionArt – insieme a Fondazione Dioguardi e Fondazione Casa Rossa – si propone di celebrare tale anniversario attraverso la realizzazione di una serie di iniziative scientifiche, espositive, editoriali e divulgative pensate per ripercorrere la storia del celebre movimento artistico in tutte le sue declinazioni, ma anche per attivare riflessioni inedite, aperte al nuovo e indirizzate all’elaborazione di un Manifesto programmatico per la promozione, valorizzazione e documentazione delle opere di Land Art e di Arte Pubblica.

Il progetto, curato da Fabio De Chirico e Francesco Maggiore, prevede la realizzazione di installazioni artistiche, di eventi collaterali e di tavoli territoriali presso i quattro siti UNESCO dislocati tra Puglia e Basilicata: Alberobello, Castel del Monte, Monte Sant’Angelo e Matera diverranno centri di promozione dell’arte attraverso una serie di iniziative programmate nell’ambito del progetto “Land Art 50”.
 
Nel corso dei vari eventi saranno coinvolti storici e critici dell’arte, rappresentanti di enti e istituzioni pubbliche e private, docenti universitari, architetti, paesaggisti, e tutti gli stakeholder legati a queste tematiche. Alcuni degli artisti partecipanti saranno Vincenzo D'Alba, Agnese Purgatorio, Mustafa Sabbagh, Pasquale Ninì Santoro e Raffaele Vitto.


I Tavoli territoriali - dedicati al rapporto tra arte e valorizzazione del paesaggio attraverso pratiche artistiche innovative che nascono da un rapporto dialogico tra arte e territorio, inteso sia in un'accezione fisica sia come insieme d’identità, storie e memorie dei luoghi - si pongono il duplice obiettivo di favorire un processo dal basso di definizione dei contenuti rispetto ai quali orientare lo sviluppo del convegno internazionale che si terrà a Bari nel 2020, attraverso il più ampio coinvolgimento delle comunità locali, e di promuovere l’adozione e sperimentazione di modelli innovativi pubblico-privati di valorizzazione dei beni culturali, nell'ottica di una più ampia strategia che superi la dimensione localistica e guardi alla creazione di una rete interregionale di siti UNESCO, anche attraverso la coprogettazione di un itinerario di turismo esperienziale.

PROGETTO SPECIALE
Protagonista del progetto Land Art 50 è Antonio Marras, da sempre impegnato nell'indagare ogni forma d’arte e di espressione visiva, rivolgendo la propria ricerca al recupero e alla valorizzazione delle memorie, delle tradizioni e delle culture dei luoghi. Per Land Art 50 realizzerà performance e installazioni appositamente ideate e strettamente legate ai siti coinvolti nel progetto.

Il progetto Land Art 50 è finanziato nel contesto del Programma Straordinario 2018 in materia di Cultura e Spettacolo della Regione Puglia.

Altri partner: Comune di Alberobello, Comune di Monte Sant’Angelo, Gal Gargano, Parco Alta Murgia, MUSMA Coop. Synchronos,  Fondazione SoutHeritage, Ass. Do It Together.

 

Casa Rossa - Alberobello

CROWDFUNDING

Con questa campagna di crowdfunding desideriamo coinvolgere cittadini, appassionati d’arte, storia e cultura, che hanno a cuore i pezzi di memoria di cui il nostro Paese è costellato, per finanziare la raccolta di materiali e oggetti nella comunità locale di Alberobello per la realizzazione di un’opera artistica collettiva di Land Art ispirata alla storia e alla memoria del luogo.


CONTATTI INFO

Copyright © 2020 | Land Art 50